Archivi tag: Tecniche per l’Europrogettazione

Novità 1 del bando Erasmus+ 2017. Priorità nazionali e formazione via webinar

Novità del nuovo bando Erasmus+ 2017. Priorità nazionali e formazione via webinar

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato la Guida Erasmus+ per progetti presentati nel 2017.

Una delle novità, riferite all’azione Partenariati strategici, sono le priorità nazionali. Secondo la Guida Erasmus+ 2017, ogni Agenzia Nazionale può scegliere, fra tutte quelle elencate nella Guida, alcune priorità nazionali. Secondo la Guida Erasmus+ 2017 (p.120):

To be funded, Strategic Partnerships must address either a) at least one horizontal priority or b) at least one specific priority relevant to the field of education, training and youth that is mostly impacted, as described below. Among these priorities, National Agencies may give more consideration to those that are particularly relevant in their national context (“European priorities in the national context”). National Agencies must duly inform potential applicants through their official websites.

Formazione via webinar su Europrogettazione Erasmus+

logo-plus_0

Da novembre 2016 a gennaio 2017 terrò dei webinar (cioè delle videoconferenze in diretta) dedicati all’europrogettazione su Erasmus+. Ogni webinar ha la durata di circa 1 ora e si terrà in orario 18-19 a intervalli settimanali. I temi dei webinar sono i seguenti:

1. Come scrivere progetti efficaci Erasmus+ KA1 mobilità

I progetti KA1 permettono di inviare all’estero per esperienze di lavoro o tirocinio, giovani, studenti, insegnanti, personale scolastico, apprendisti, formatori, partecipanti a corsi di formazione. Il tema è suddiviso in 2 webinar nei giorni 3 e 10 novembre 2016. Programma: 1. cosa sono i progetti KA1, la scelta del tipo di mobilità, l’individuazione dei partner del consorzio e dei partner stranieri, il piano di sviluppo europeo, la descrizione e la validazione dei risultati dell’apprendimento, 2. le modalità gestione, monitoraggio e pubblicizzazione del progetto. La misurazione dell’impatto e degli altri risultati, la stesura del budget.

2. Come scrivere progetti efficaci di Partenariato strategico Erasmus+ KA2

I progetti di Partenariato strategico KA2 permettono di scambiare  esperienze con scuole / agenzie formative di altri paesi e di mettere a punto metodologie, materiali didattici, cataloghi di buone pratiche. Il tema è suddiviso in 4 webinar nei giorni 16, 23 novembre e 7 dicembre 2016.  Programma: 1. conoscenze preliminari sui Partenariati Strategici, come ottenere partenariati in progetti presentati da altri 2. come identificare idee progettuali efficaci e strutturarle in pacchetti di lavoro, come strutturare l’impatto e gli obiettivi del progetto 3. come strutturare la gestione e la valorizzazione del progetto 4. come compilare il budget.

Il costo di partecipazione:
1. Come scrivere progetti efficaci Erasmus+ KA1 mobilità (2 webinar): 150 €
2. Come scrivere progetti efficaci di Partenariato strategico Erasmus+ KA2 (4 webinar): 250 €
Entrambi i programmi formativi  (6 webinar) = 300 €.

I webinar si terranno solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. A chi partecipa ai percorsi su Partenariati strategici o a entrambi i percorsi (KA1 mobilità + Partenariati strategici)  viene rilasciato gratuitamente un attestato di partecipazione. Per chi partecipa solo al percorso sui KA1 mobilità l’attestato viene rilasciato a pagamento (40 €, per coprire i costi amministrativi).

Scarica il modulo di iscrizione 1-conf-part-webinar-europrog

Per richieste di informazione è possibile utilizzare il modulo qui in basso.

Formazione via webinar su Europrogettazione

Formazione su Europrogettazione Erasmus+ con video registrati

logo-plus_0

Ho intenzione di prepare dei video sulla progettazione europea su azione Erasmus+ mobilità (KA1) e Partenariati strategici (KA2). Il programma di dettaglio è il seguente:

1. Come scrivere progetti efficaci Erasmus+ KA1 mobilità

I progetti KA1 permettono di inviare all’estero per esperienze di lavoro o tirocinio, giovani, studenti, insegnanti, personale scolastico, apprendisti, formatori, partecipanti a corsi di formazione. Programma: 1. cosa sono i progetti KA1, la scelta del tipo di mobilità, l’individuazione dei partner del consorzio e dei partner stranieri, il piano di sviluppo europeo, la descrizione e la validazione dei risultati dell’apprendimento, 2. le modalità gestione, monitoraggio e pubblicizzazione del progetto. La misurazione dell’impatto e degli altri risultati, la stesura del budget.

2. Come scrivere progetti efficaci di Partenariato strategico Erasmus+ KA2

I progetti di Partenariato strategico KA2 permettono di scambiare  esperienze con scuole / agenzie formative di altri paesi e di mettere a punto metodologie, materiali didattici, cataloghi di buone pratiche. Programma: 1. conoscenze preliminari sui Partenariati Strategici, come ottenere partenariati in progetti presentati da altri,  come identificare idee progettuali efficaci e strutturarle in pacchetti di lavoro, 2. come strutturare l’impatto e gli obiettivi del progetto, come strutturare la gestione e la valorizzazione del progetto 3. come compilare il budget.

I video non sono ancora pronti. Se vuoi essere informato quando sono pronti puoi inviarmi un messaggio utilizzando il modulo in fondo a questa pagina.

Consulenza su scrittura e/o gestione di progetti europei

Consulenza su scrittura e/o gestione di progetti europei

Svolgo attività di consulenza sulla scrittura e/o gestione di progetti europei. La consulenza viene svolta via Skype. La durata di ogni sessione è quella necessaria per l’esame del tema o problema, con massimo di 1 ora. Il costo di ogni sessione Skype è di 90 € più iva 22%. Il tempo necessario per l’eventuale analisi di documenti inviati dal Committente viene fatturato a parte. Per supervisione sulla scrittura di progetti europei vedi la pagina apposita.

Per domande relative alla rendicontazione di progetti approvati consiglio di rivolgersi direttamente al project officer dell’agenzia europea o nazionale che ha assegnato il progetto.

Per contatti è possibile utilizzare il modulo qui in basso, spiegando anche qual è il tema della consulenza.

Differenze fra Guide Erasmus+ 2015 e 2016

Differenze fra Guide Erasmus+ 2015 e 2016

Quali sono le differenze fra le Guide (e dunque fra i bandi) Erasmus+ 2015 e Erasmus+ 2016?

Il file che è possiible scaricare da questa pagina permette di vedere le differenze fra i due testi. Ecco il link: confronto-guide-2015-2016. Le notazioni in blu indicano le parti cancellate e aggiunte nella Guida 2016 rispetto alla Guida 2015. Le parti in verde sono state semplicemente spostate nel testo.

Scrivo le cose che mi sembrano più evidenti a una prima rapida lettura:

  • c’è adesso la possibilità di rendicontare a costo vero (ma con rimborso comunque limitato a una %) i viaggi verso destinazioni ‘scomode’: In line with the Regulation establishing the Erasmus+ Programme, which calls on taking into account the constraints imposed by the remoteness of the outermost regions and the Overseas Countries and Territories (OCTs) of the Union when implementing the Programme, special funding rules are set in order to support expensive travel costs of participants from outermost regions and OCTs insufficiently covered by the the standard funding rules (based on contribution to unit
    costs per travel distance band). Applicants of mobility projects will be allowed to claim financial support for travel costs of participants from outermost regions and OCTs under the budget heading “exceptional costs” (up to a maximum of 80% of total eligible costs: see “What are the funding rules?”). This would be allowed provided that applicants can justify that the standard funding rules (based on contribution to unit costs per travel distance band) do not cover at least 70% of the travel costs of participants. (p. 117 della Guida, riferito a partenariati strategici, ma vale anche per altre azioni).
  • le priorità dei Partenariati strategici sono state molto modificate
  • le norme sulle alleanze di settore sono state molto modificate.

Se ci sono altre modifiche che ritieni interessanti me le puoi segnalare usando il modulo qui in basso.

Articolo contenuto sul sito www.aiuto.net. Autore © Leonardo Evangelista.  Vedi Informativa privacy, cookie policy, copyright e limitazione responsabilità.

Corso di europrogettazione sui Partenariati strategici Erasmus+ a Milano

Corso di europrogettazione sui Partenariati strategici Erasmus+ a Milano, 4-6 Dicembre 2015

Hai appena seguito un corso generalista sulla progettazione europea? Peccato. I Partenariati strategici Erasmus+, di cui è  appena uscito il bando, permettono di ottenere finanziamenti fino a 450.000 € per sviluppare metodologie e prodotti innovativi in ambito scuola, università, educazione degli adulti, formazione professionale, giovani e hanno modalità specifiche di stesura del programma di lavoro e del budget.

Vieni a vedere cosa ti sei perso partecipando al mio corso previsto a Milano nei giorni 4, 5 e 6 Dicembre 2015.

Non te la prendere. Presentando l’attestato dell’altro corso puoi avere uno sconto di 100 € sulla quota di iscrizione di 280 €. Se poi non hai partecipato a nessun corso, ugualmente non te la prendere. Se ti iscrivi entro il 31 ottobre puoi usufruire dello stesso sconto e pagare solo 180 €.

Non vuoi venire a Milano? Segui il corso a distanza, alle stesse condizioni (180 €), se ti iscrivi entro il 31 ottobre.

Allora, cosa stai aspettando? Vai alla pagina con la descrizione del corso e scarica e compila il file per l’iscrizione.

Articolo contenuto sul sito www.aiuto.net. Autore © Leonardo Evangelista.  Vedi Informativa privacy, cookie policy, copyright e limitazione responsabilità.

Ottenere formulario per Erasmus+ centralizzato e Cultura

Questo sito è stato trasferito all’indirizzo www.servizieuroprogettazione.it

 

Settembre: regalati un corso di formazione in Europrogettazione

Settembre: regalati un corso di formazione in Europrogettazione

Per aprirti nuovi orizzonti o migliorare la tua professionalità puoi frequentare uno dei miei due corsi:

  • Corso operativo in Europrogettazione. Un gioiello, ci ho lavorato tutta l’estate. Il corso è fruibile in aula e a distanza e prevede la messa a punto di un progetto europeo da presentare su una prossima scadenza. In aula il corso si svolge a Milano in 3 sabati,  24 ottobre, 7 e 21 novembre 2015, in modo da dare tempo per la scrittura del progetto.

Il corso può inoltre essere tenuto (http://www.aiuto.net/formazione-sul-programma-europeo-erasmus-plus/):

  • presso la sede del Committente in videoconferenza
  • presso la sede del Committente con la presenza fisica del Docente

Cosa ha di diverso questo corso dagli altri? Oltre alla struttura del corso descritta qui di seguito, vedi Qui niente Logical Framework!, Competenze del Docente e Esempi di valutazioni ottenute dai miei progetti.

Al termine del corso, sarai in grado di svolgere i compiti elencati qui di seguito:

1. Orientati nei programmi di finanziamento europei

  1. Individua i programmi esistenti e le loro scadenze
  2. Reperisci la documentazione informativa e i formulari relativi a ogni programma
  3. Analizza ciascun programma individuando gli aspetti più importanti
  4. Valuta se il programma è adatto alla tua organizzazione.

Contenuti: le fonti di informazione sui programmi di finanziamento europei per il sostegno di politiche settoriali: Erasmus+, Europa creativa, Orizzonte 2020, COSME. Europa per i cittadini, Diritti fondamentali, Progress. I siti di riferimento. Le caratteristiche principali dei diversi programmi. Il ruolo delle Agenzie europee e delle Agenzie nazionali. Il reperimento della documentazione informativa e dei formulari. I portali ricerca e educazione. L’ottenimento del PIC. Tecniche per l’analisi dei programmi. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

2. Ottieni partenariati in progetti presentati da altri

  1. Individua organizzazioni che presentano progetti europei
  2. Prepara annunci e materiale informativo sulla tua organizzazione
  3. Rispondi a offerte di partenariato
  4. Negozia le condizioni di partecipazione in progetti presentati da altri.

Contenuti: le fonti per il reperimento di partenariati: i social media, i database creati dall’Unione europea, gli info days, i repertori di vecchi progetti. Come costruire un profilo efficace della propria organizzazione. Le strategie di contatto. La negoziazione delle condizioni di partecipazione in progetti presentati da altri. Esempi di annunci e profili. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

3. Acquisisci conoscenze e capacità preliminari per presentare progetti propri

  1. Conosci come sono strutturati i formulari
  2. Conosci gli elementi che compongono un progetto
  3. Individua i criteri di valutazione dei progetti
  4. Riduci i possibili errore di valutazione
  5. Conosci le fasi temporali della preparazione di un progetto.

Contenuti: le sezioni dei formulari: le priorità, la descrizione dei partner, la descrizione dell’idea progettuale, il programma di lavoro, il budget, il cronogramma, altri allegati: dichiarazione d’onore, mandati, lettere di sostegno, etc. I possibili risultati dei progetti: prodotti, attività, eventi. Le attività richieste dai progetti: gestione del partenariato, assicurazione di qualità, sviluppo metodologie e/o prodotti, disseminazione, promozione dell’utilizzo, altre attività: formazione, mobilità, sviluppo mercati, etc. I criteri di valutazione: ammissibilità, eligibilità, esclusione, selezione, assegnazione. Accorgimenti per ridurre i principali errori di valutazione da parte dei valutatori. Le fasi temporali della presentazione di un progetto. Esempi di formulari. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

4. Produci idee progettuali e strutturale in pacchetti di lavoro

  1. Produci idee progettuali utilizzando varie fonti di ispirazione
  2. Struttura la tua idea progettuale in pacchetti di lavoro
  3. Utilizza una griglia strutturata per facilitare l’elaborazione del tuo progetto
  4. Descrivi nel formulario pacchetti di lavoro, prodotti e attività del tuo progetto
  5. Realizza un cronogramma delle attività del tuo progetto.

Contenuti: le caratteristiche delle idee progettuali efficaci. I criteri di valutazione delle idee progettuali. Fonti di ispirazione per idee progettuali: il Programma di lavoro annuale, la Guida al Programma, i compendia e i database dei progetti già approvati, i documenti sulle politiche europee. La scelta dei prodotti e dei gruppi bersaglio del progetto. La strutturazione dei progetti in pacchetti di lavoro. I pacchetti di lavoro più comuni. Le modalità ottimali di descrizione di attività, prodotti, eventi. Esempi da progetti approvati. Un esempio di progetto strutturato in pacchetti di lavoro. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

5.  Scegli e descrivi nel formulario i partner del tuo progetto

  1. Negozia le condizioni di partecipazione nel tuo progetto
  2. Realizza un archivio di partner potenziali
  3. Scegli i partner più adatti per il tuo progetto
  4. Suddividi fra i partner le attività del progetto
  5. Rispondi nel formulario alle domande sui partner del tuo progetto.

Contenuti: i criteri di valutazione dei partenariati. Partner ordinari e partner associati. I partner extra UE. Gli elementi per la valutazione dei possibili partner. La costruzione di un database di partner potenziali. Strategie di contatto e negoziazione con i possibili partner. La suddivisione dei compiti fra i partner. La descrizione delle caratteristiche dei partner nel formulario. Esempi da un progetto approvato. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

6. Descrivi nel formulario gli obiettivi e l’impatto desiderato del tuo progetto

  1. Conosci le relazioni fra obiettivi, attività e impatto del progetto
  2. Rispondi nel formulario alle domande sugli obiettivi del tuo progetto
  3. Decidi gli indicatori di impatto per il tuo progetto
  4. Rispondi nel formulario alle domande sull’impatto desiderato del tuo progetto.

Contenuti: definizioni: obiettivi, risultati, impatto, target groups, disseminazione, promozione dell’utilizzo, indicatori. La corrispondenza fra obiettivi del progetto e obiettivi e priorità del programma. La descrizione del contesto e delle strategie europee. L’innovatività dell’idea progettuale.  Criteri di valutazione dell’impatto. Gli indicatori di impatto, disseminazione, promozione dell’utilizzo. La misurazione dell’impatto e la scelta degli indicatori. Esempi da un progetto approvato. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

7. Decidi come strutturare e descrivi nel formulario la gestione del tuo progetto

  1. Decidi le modalità e gli strumenti per la collaborazione fra i partner
  2. Rispondi nel formulario alle domande sulla collaborazione fra partner nel tuo progetto
  3. Decidi gli aspetti da monitorare e i relativi indicatori
  4. Rispondi nel formulario alle domande sul monitoraggio del tuo progetto.

Contenuti: definizioni: gestione, assicurazione, di qualità, monitoraggio, pietre miliari, analisi dei rischi, indicatori di processo e di qualità dei materiali. Strumenti di cooperazione fra partners.: comitato di gestione, project handbook, sito interno, etc,  Piattaforme collaborative su web. Periodicità e organizzazione degli incontri di partenariato. Le dimensioni monitorabili in un progetto europeo. Strumenti di monitoraggio, indicatori e possibili obiettivi per svolgimento e qualità dei prodotti. Esempi da un progetto approvato. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

8. Decidi come strutturare e descrivi nel formulario le modalità di valorizzazione del tuo progetto

  1. Decidi gli strumenti per la disseminazione del tuo progetto e stabilisci obiettivi numerici e indicatori
  2. Rispondi nel formulario alle domande sulla disseminazione del tuo progetto
  3. Decidi una strategia per favorire l’utilizzo dei prodotti del progetto
  4. Rispondi nel formulario alle domande sulla promozione dell’utilizzo del tuo progetto
  5. Rispondi nel formulario alle domande sulla sostenibilità del tuo progetto.

Contenuti: definizioni: disseminazione, piano di disseminazione, promozione dell’utilizzo, sostenibilità, valorizzazione, portatori di interessi, stakeholders committee, gruppi bersaglio, decisori pubblici. I criteri di valutazione della valorizzazione. L’identificazione dei gruppi bersaglio. Gli strumenti per la valorizzazione: sito esterno, comunicati stampa, social media, seminari e conferenze, etc. la divisione dei ruoli fra i partner nella valorizzazione. La redazione di un piano di valorizzazione. Gli indicatori e il monitoraggio delle attività di valorizzazione. Strategie per la sostenibilità del progetto.  Esempi da un progetto approvato. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

9. Compila il budget del tuo progetto

  1. Capisci il cofinanziamento e le voci di costo rendicontabili
  2. Costruisci un foglio di calcolo per la stima del tuo progetto
  3. Stima il budget del tuo progetto a partire dai pacchetti di lavoro
  4. Rispondi alle domande del formulario relative al budget del tuo progetto.

Contenuti: definizioni: costi standard, costi reali, costi diretti, costi indiretti, subappalto, cofinanziamento. La struttura del budget. Le voci di costo in genere rendicontabili: staff, viaggi e soggiorno, attrezzature, subappalto, altri costi. La gestione del cofinanziamento. La fideiussione a garanzia degli acconti. I parametri per le diverse voci di costo. Buone pratiche nella stesura del budget. Esempi da un progetto approvato. Simulazioni e verifiche dell’apprendimento.

Articolo contenuto sul sito www.aiuto.net. Autore © Leonardo Evangelista.  Vedi Informativa privacy, cookie policy, copyright e limitazione responsabilità.