Modifica priorità E+ Partenariati strategici 2016

Modificate le priorità dei Partenariati strategici Erasmus+ 2016

Col Corrigendum pubblicato il 15 dicembre 2015 la Commissione europea ha modificato le priorità dei progetti di Partenariato strategico Erasmus+ descritte nella Guida al programma Erasmus+.

Le nuove priorità tengono conto della Dichiarazione di Parigi, elaborata dai ministri dell’educazione dei Paesi UE dopo gli attentati in Danimarca e a Charlie Hebdo a inizio 2015.

In particolare, come indicato nel Corrigendum: ‘If the proposal addresses the horizontal priority “inclusive education, training and youth”, it will be considered as highly relevant’.

Il concetto è ripreso anche dall’Agenzia Nazionale Italia: Sistemi di istruzione formazione e gioventù inclusivi: in linea con laDichiarazione di Parigi, verrà data priorità ad attività che nei sistemi di istruzione e formazione (formale e non formale) affrontano la diversità, sviluppando competenze sociali, civili e interculturali e l’alfabetizzazione ai media, contrastando la discriminazione e la segregazione, affrontando il bullismo, riducendo le disuguaglianze nei risultati di apprendimento dei discenti provenienti di contesti svantaggiati attraverso approcci innovativi integrati. Tutto ciò deve inoltre comprendere il miglioramento delle possibilità di accesso, delle partecipazione e della performance dei discenti svantaggiati e facilitare la transizione: tra differenti livelli e tipi di istruzione e formazione; da istruzione/formazione al mondo del lavoro; e/o da un impiego ad un altro. Considerata la criticità del contesto attuale, verrà inoltre data particolare attenzione a progetti che coinvolgano rifugiati, richiedenti asilo a migranti e/o incentrati sulla tematica relativa alla crisi umanitaria dei rifugiati in Europa

Articolo contenuto sul sito www.aiuto.net. Autore © Leonardo Evangelista.  Vedi Informativa privacy, cookie policy, copyright e limitazione responsabilità.

Rispondi