I formulari dei progetti Erasmus+ vanno compilati in inglese?

In quale lingua scrivere i formulari dei progetti Erasmus+?

Secondo la Erasmus+ Programme Guide Valid as of 1 January 2014 (pag.197) I formulari possono essere compilati in ogni lingua ufficiale dell’Unione europea:

The electronic form must be draw up in one of the official languages used in Programme Countries. In case of Actions managed at centralised level by the Executive Agency, applicants must fill in the form in one of the EU official languages.

Inoltre il menù a tendina del campo all’inizio del formulario dove va indicata la lingua in cui viene riempito il formulario riporta tutte le lingue ufficiali dell’Unione.

Tuttavia si va facendo strada una indicazione differente. Ad esempio le Instructions for completing the Application Package della misura Sport dicono che (7):

The language used to complete the application package must be an official EU language and
it must be a language that is understood by all members of your consortium. In case of collaborative partnership, this is also in line with the Declaration of Honour stating that all the partners should have agreed to the content of the application and should have confirmed their intention to carry out the tasks described.

Con questa indicazione, l’inglese diventa di fatto obbligatorio, perché nel 95% dei progetti è l’unica lingua compresa da tutti i partners. Per ora si tratta solo di una indicazione, il cui non rispetto non comporta sanzioni (anche perché questa disposizione è in contraddizione con quella precedente), tuttavia in futuro è possibile che si vada in questa direzione.

Al di la di questo, potendo scegliere, e ammettendo di avere una buona padronanza dell’inglese, in quale lingua conviene compilare il formulario?

In generale ognuno di noi riesce a scrivere in maniera più efficace nella propria madre lingua, perciò un formulario scritto in italiano dovrebbe risultare più efficace. Per i formulari inviati a Bruxelles c’è il timore che i formulari in italiano vengano tradotti (male) da traduttori frettolosi, tuttavia si tratta di un timore immotivato dal momento che, per quel che so, in genere i formulari in italiano vengono assegnati a valutatori italiani.

Il problema dei formulari in italiano è piuttosto che:
• Vanno tradotte in italiano tutte le descrizioni delle attività dei partners, che sono in inglese, e ci vuole molto tempo
• Se il progetto viene approvato, il formulario andrà tradotto in italiano.

In sintesi, se si ha un buon inglese conviene scrivere in inglese perché si fa prima; se invece scrivere in inglese richiede molto tempo e il testo poi risulta pieno di errori conviene scrivere in italiano.

Rispondi